Raggi campionessa nel complicare la vita ai romani

Quella dell’ecopass è l’ennesima ecobufala che dimostra ancora una volta come questa città manchi di una progettualità e si agisca soltanto per spot andando a mettere le mani nelle tasche dei romani complicandone la già difficile vita in una città dove i disservizi sono ormai all’ordine del giorno.

Abbiamo spiegato al presidente Stefano quelle che sono le nostre perplessità per un provvedimento che, insieme all’aumento e all’estensione della sosta a pagamento, comporterà un nuovo salasso per i romani che già pagano le tasse più alte d’Italia. Quello che ci spiace è trovare un’Amministrazione sorda alle richieste che arrivano da residenti e commercianti, che chiedono certamente una viabilità migliore ma non vogliono essere costretti a pagare per entrare e uscire da casa.

L’area coinvolta nella Capitale riguarda 32 km quadrati e soprattutto un milione di cittadini interessati, tra residenti e lavoratori. A Milano l’area C, per intenderci, è di appena 8 km quadrati con 79mila residenti, mentre a Londra la zona a pagamento è di 19 km e interessa 136mila residenti. Già solo questi dati dimostrano che la vera intenzione di questa amministrazione è fare cassa con la scusa dell’ambiente ma bisogna dire a tutti i romani che il traffico veicolare incide appena del 10% sullo smog, a differenza del riscaldamento degli edifici che pesa per il 67%.

#RomaTornaAScegliere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre × 4 =