Vicenda Raggi conferma la necessità di una legge speciale per Roma

Quanto accaduto nella vicenda Raggi conferma l’assoluta urgente necessità di una legge speciale che consenta al sindaco di Roma di agire in maniera più incisiva ed immediata su tutte le decisioni da prendere in merito al governo della città, senza dover continuamente rischiare di essere messo sotto inchiesta pur agendo in buona fede.

Con il sistema attuale l’operato del Sindaco è continuamente soggetto a rischi di strumentalizzazioni portando il normale confronto politico sul terreno giudiziario, cosa che contribuisce ad alimentare il sospetto di un pericoloso intreccio tra magistratura e politica. La Legge Speciale a cui sta lavorando da oltre tre anni Roma Sceglie Roma deve costituire la prima pietra della rifondazione di un intero sistema di governance che veda i pubblici amministratori poter agire con maggiore incisività, tranquilli di non finire sotto inchiesta per fatti inesistenti come dimostra il caso Raggi.

Roma Sceglie Roma esprime solidarietà alla sindaca Raggi e lancia un appello a tutte le forze politiche affinché si attivino per dare a Roma quei poteri speciali che da anni andiamo invocando e che possono costituire un nuovo modello di governo cui ispirarsi per far sì che da Roma arrivi un segnale di crescita per tutto il Paese, attraverso l’instaurazione di un rapporto più sereno tra politica e magistratura che contribuisca a far emergere la risoluzione dei problemi e non la loro ulteriore complicazione e soprattutto non costringa i magistrati a dover continuamente intervenire intasando le già congestionate aule dei tribunali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14 + 14 =