Bus in fiamme e corse saltate. Prosegue #agoniatac per i romani

Bus elettrici in fiamme, corse saltate, milioni di euro in fumo e soprattutto cittadini romani ostaggio e vittime di un servizio dei trasporto pubblico inefficiente e dannoso. I numeri dell’Atac, azienda che a causa dell’ingente debito è dovuta ricorrere al concordato, sono impietosi. Dal confronto tra i primi mesi del 2018 e l’anno corrente emerge che di sono 732mila km percorsi dai bus in meno, l’equivalente di 136mila corse saltate, 4.500 al giorno.

Numeri fallimentari che pesano sui conti già malandati di Roma Capitale per 50/60 milioni di euro di mancato introito. Numeri che dovrebbero spingere l’amministrazione comunale ad una riflessione seria sul futuro di un’azienda che tecnicamente è già fallita. Il tutto mentre nelle prossime ore il Parlamento dovrebbe discutere la norma sul Salva-Roma, ennesima polpetta avvelenata piena di promesse e piccole mance che non servono a rilanciare la Capitale ma sono solo una piccola boccata di ossigeno.

Quello della Legge Speciale è un tema sul quale il movimento Roma Sceglie Roma sta lavorando da oltre tre anni, insieme ai cittadini e ai comitati civici, distinti e distanti dalla politica che ha ridotto Roma in questo degrado. Riteniamo che Roma non debba essere più oggetto di capricci elettorali fra i partiti. Servono norme chiare che consentano di far ripartire l’economia in fretta senza passare per riforme costituzionali che rappresenterebbero l’ennesima presa in giro ai romani. Noi ci stiamo lavorando e chiediamo a tutti i romani di partecipare a quello che per noi è l’unico percorso possibile per restituire dignità, ruolo e sviluppo alla nostra Capitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

otto + cinque =