Capitale ostaggio delle beghe a cinque stelle

Dopo due anni e mezzo di consiliatura, con le dimissioni dell’assessore all’ambiente, la giunta grillina offre l’ennesima prova di incapacità ai romani.

Nove assessori cambiati, oltre ai vertici delle municipalizzate ruotati più volte, sono la dimostrazione che questa Giunta ha purtroppo mancato tutti gli obiettivi, come dimostra il fallimento di Atac e ora il rischio di default finanziario anche per l’Ama. Una situazione insostenibile che rischia di mettere ancora più in ginocchio una città ferma, dove i giovani fuggono in cerca di lavoro all’estero, le aziende delocalizzano le sedi al nord e le piccole imprese chiudono i battenti.

I romani sono stufi degli annunci trionfalistici come quello sullo stadio a Tor di Valle, un progetto al quale siamo favorevoli ma su cui la Sindaca ha mentito ai romani ben sapendo le lunghe tempistiche per l’adeguamento della linea metro e per il risanamento idrogeologico del sito. A Roma si continuano a travestire interessi di pochi per interessi dei romani. Se Pallotta vuole veramente stadio trovi un nuovo sito è cominci i lavori domani.

Mai come ora, quindi, serve un grande progetto civico, fatto dai romani competenti che hanno voglia di mettersi a disposizione della propria città, per costruire una nuova classe dirigente, distinta e distante dalla politica che ha ridotto Roma in questo degrado senza via d’uscita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × 4 =