IL PROGETTO

Roma Sceglie Roma vuole essere una seria alternativa, reale e concreta per costruire una squadra di governo della città che sia frutto di un interscambio tra le forze civili e, soprattutto, espressione dei romani, gradita al territorio, capace di dare un netto segnale di discontinuità con il recente passato, in termini politici e soprattutto etici.

Per attuare e dare concretezza ai nostri progetti, questa nuova squadra vuole avvalersi di un nuovo modello amministrativo, più snello, economicamente più leggero, valorizzando al meglio le attuali risorse umane del Comune di Roma. Tale modello amministrativo di Roma sarà la prima rivoluzione politica e culturale che realizzeremo insieme.

Un nuovo modello di città diviso in “macro aree”, ove per ognuna di esse verrà nominato un team di cittadini con specifiche competenze che lavoreranno direttamente a stretto contatto con il Sindaco, la Giunta e l’Assemblea Capitolina.

Una “legge speciale” per Roma per la realizzazione di infrastrutture, servizi, opere di miglioramento per la città attraverso risorse di investitori italiani e stranieri, sarà strumento affinché i progetti non rimangano nella sfera dei sogni. ”Una corsia preferenziale” libera da burocrazia paralizzante e tempi di attuazione indefiniti. Soltanto in questa maniera si potrà rilanciare con efficacia il comparto imprenditoriale romano e costituire un modello per le altre grandi città italiane.

Sarà necessario compiere uno sforzo culturale, pensando a cose realizzabili che finora sono state vittime di veti di Sovrintendenze, giustamente preoccupate da interventi che potevano apparire incontrollati e incontrollabili. Con la “ legge speciale” sarà necessario coniugare la grande ricchezza archeologica di Roma con la sua valorizzazione attraverso la realizzazione di infrastrutture e non attendando ad un patrimonio che tutto il mondo ci invidia!

Roma è ferma mentre il mondo corre, mentre i nostri giovani “emigrano” in altre grandi capitali che ad oggi sembrano offrire loro maggiori possibilità di studio, di lavoro e di costruzione di un futuro, futuro che si è allontanato da questa città, a causa della mancanza di risorse intellettuali di investimenti.

Per salvare Roma serve lanciare il cuore oltre l’ostacolo e mettersi al servizio di un nuovo “Progetto Roma”. I tempi sono stretti, la città non ce la fa più, ha bisogno di ricominciare da capo, di voltare pagina. Lo sviluppo urbanistico, i trasporti e la viabilità, la pulizia ed il decoro urbano, l’economia, il turismo, il welfare locale, la sicurezza, sono ambiti di “sofferenza” di una città che merita un grande cambiamento.

Rimettiamo Roma al centro del mondo, riaccendiamola attraverso una nuova luce fatta di uomini e donne di buona volontà capaci di impegnarsi lealmente per costruire la città del futuro.

Roma Sceglie Roma invita tutti i romani a scegliere di partecipare.