Sindaca chiede soldi ma Di Maio risponde picche

La giunta Raggi chiede a gran voce un miliardo e mezzo di euro al governo per fare infrastrutture e servizi per la Capitale, senza avere uno stralcio di progetto o visione del futuro della nostra città. Una richiesta che il governo dello stesso colore del Campidoglio rispedirà per l’ennesima volta al mittente.

Dobbiamo superare l’immagine deprimente del sindaco della Capitale che corre ad elemosinare soldi con il cappello in mano a Palazzo Chigi. Roma deve camminare con le gambe proprie e per farlo deve avere strumenti legislativi che le consentano di correre al pari delle altre metropoli europee.

Roma Sceglie Roma è a lavoro per riformare la governance cittadina, rivedere il sistema dei municipi e presentare una legge speciale per la città che consenta di avviare in tempi certi e trasparenti un piano di sviluppo di opere e infrastrutture realmente fattibile e utile ai romani. Roma non può più essere giocata a dadi dalla politica nazionale che ha l’unico interesse di spostare al nord sviluppo e crescita, lasciando la Capitale nel degrado attuale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 + sette =